Qualità e tradizione a portata di click
Vino senza solfiti: è possibile ottenere un buon vino non utilizzandoli?

Vino senza solfiti: è possibile ottenere un buon vino non utilizzandoli?

Vino senza solfiti: arriva, un giorno, quel momento terribile in cui sembra che la chimica studiata alle superiori sia ritornata a tormentare le nostre serate: quando leggiamo per caso la scritta “contiene solfiti” sulla solita bottiglia di vino. Le domande che nascono da questa etichetta possono essere le più varie, ma nessun allarmismo! I solfiti sono derivati dello zolfo e sono presenti in diversi alimenti come aglio e cipolla. E anche il corpo umano è in grado di produrli.

Nel caso del vino, durante la fermentazione delle uve questi rappresentano un sottoprodotto naturale, in quanto vengono prodotti dai lieviti.

Dobbiamo quindi accettare il fatto che vini senza solfiti non esistano; quando leggete la dicitura “senza solfiti”, in realtà fa riferimento all’assenza di solfiti aggiunti. Si, perché i solfiti possono essere aggiunti dal produttore nel mosto in quanto hanno degli effetti conservativi, sia per quanto riguarda l’aspetto visivo, mantengono infatti il colore brillante del liquido, che tattile, evitano alterazioni gustative indesiderate.

Occorre precisare che, nonostante l’uso dei solfiti a volte si renda necessario per la conservazione dei prodotti alimentari, non è da sottovalutare la crescente intolleranza del nostro organismo verso questa sostanza, comunque allergenica. Tanto che in alcuni soggetti particolarmente predisposti si possono sviluppare degli effetti collaterali.

Dunque, alla domanda: “E’ possibile bere una buona bottiglia di vino senza solfiti?”. La risposta è sì!

Faregusto te ne propone uno Beneventano rosso IGT Cantine Simone Giacomo

In questi anni l’enologia si è spostata verso la ricerca di una viticoltura sempre meno invasiva ed improntata all’esaltazione dell’identità territoriale, attraverso un impiego sempre maggiore di vitigni autoctoni. Porta-bandiera di questa “filosofia green” sono le aziende biologiche e biodinamiche, che hanno fatto del vino senza solfiti la propria nicchia di mercato.

Articolo tratto da www.tuttogreen.it

Lascia un commento

Non ci sono ancora commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta